Iscriviti alla newsletter
Seguici tramite Facebook
Calendario
December 2017
M T W T F S S
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Gallery
IMG_2429-FILEminimizer corso-navigazione-53 corso-navigazione-80 2013-09-28-16.34.43-mini

Error: Twitter did not respond. Please wait a few minutes and refresh this page.

Login with Facebook:
Log In
Powered by Sociable!

Posts Tagged ‘fireball’

EUROPEO FIREBALL 2012

VELA – Il lago di Bracciano si tinge di bianco

L’evento, patrocinato dal CONI, si svolge dal 21 al 27 Luglio. Carige Assicurazioni, Sperry Top-Sider, Dicofarm e Aires Tech sono gli sponsor.
I primi due giorni vengono dedicati all’accoglienza, alle misurazioni e ai controlli sulle barche e sugli equipaggi, nei seguenti si disputeranno due prove al giorno. I Fireball sono derive a trapezio per due persone con superficie velica di 13,3 mq, più altri 13 di spinnaker. La barca è stata presentata dallo yacht-designer inglese Peter Milne nel 1963. Partecipano al campionato più di cento imbarcazioni provenienti da 11 paesi diversi: Belgio, Francia, Repubblica Ceca, Irlanda, Slovenia, Canada, Gran Bretagna, Germania, Svizzera, Namibia e Italia. Tra gli italiani sono presenti anche due equipaggi formati dagli universitari dell’associazione studentesca Sapienza Vela…..

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO SU ITALIAVELA

 

 

Stiamo cercando uno o due volontari/rie che nella settimana dell’europeo Fireball (21-27 luglio) possano stare nel circolo YCBE presso lo stand informativo della Sperry Topsider.
http://www.sperrytopsider.com/store/SiteController/sperry/home

Dovranno dare informazioni, dépliant, e dare in prova le scarpe. No vendita.
In cambio avranno scarpe, maglia e cappellino ( forse anche pantaloncini) Sperry.
Le persone possono essere anche più di una e alternarsi durante la settimana.
L’inglese di base è necessario perché ci sono anche molti equipaggi e familiari stranieri.

Inoltre cerchiamo persone che siano disponibili per stare sui mezzi di assistenza in acqua insieme ad un esperto.
In questo caso devono saper nuotare bene ed è previsto un piccolo rimborso.
E’ molto bello poter vedere una regata con oltre 100 barche direttamente dall’acqua e poi potrebbero tifare dal vivo per i 2 equipaggi di Sapienza Vela!

Chiunque sia interessato contattare:

Chiara Pilloton

chiara.pilloton@sapienzavela.org

Stiamo cercando uno o due volontari/rie che nella settimana dell’europeo Fireball (21-27 luglio) possano stare nel circolo YCBE presso lo stand informativo della Sperry Topsider.
http://www.sperrytopsider.com/store/SiteController/sperry/home

Dovranno dare informazioni, dépliant, e dare in prova le scarpe. No vendita.
In cambio avranno scarpe, maglia e cappellino ( forse anche pantaloncini) Sperry.
Le persone possono essere anche più di una e alternarsi durante la settimana.
L’inglese di base è necessario perché ci sono anche molti equipaggi e familiari stranieri.

Inoltre cerchiamo persone che siano disponibili per stare sui mezzi di assistenza in acqua insieme ad un esperto.
In questo caso devono saper nuotare bene ed è previsto un piccolo rimborso.
E’ molto bello poter vedere una regata con oltre 100 barche direttamente dall’acqua e poi potrebbero tifare dal vivo per i 2 equipaggi di Sapienza Vela!

Chiunque sia interessato contattare:

Chiara Pilloton

chiara.pilloton@sapienzavela.org

Ecco come si divertono i nostri equipaggi di Sapienza Vela sui loro Fireball!!

di Claudio Locanto

http://youtu.be/A0PURo_auaA

da:Lago Spia

TREVIGNANO R. – Le rondini volano basse! Vento a 20 nodi da sud e pioggia, tanta pioggia! Ma i Sapienti* non si arrendono e, mentre i firebulli stazionano sotto la tettoia, anelando il classico piatto di pasta dell’YCBE, loro si allenano imperterriti in attesa della prossima sfida!

*Claudio Locanto e Vittorio Guglielmo

Di claudio Locanto, timoniere di uno dei due equipaggi Fireball di Sapienza Vela

Regata!!

Domenica 22 Aprile, il giorno del battesimo in regata per i due equipaggi di Sapienza Vela è finalmente arrivato. E come ogni battesimo che si rispetti non sono mancate ne acqua ne preghiere. I “fa che non scuffi, ti prego fa che non scuffi” e altre frasi un po più blasfeme, insieme all’acqua del lago di Bracciano mossa da vento con raffiche fino a 18 nodi, hanno fatto il resto, regalando ai due equipaggi, una giornata dura quanto entusiasmante.

La partenza della regata posticipata per il tanto vento è fissata per le 13, ma i due equipaggi, partiti dal molo del YCBE molto in ritardo insieme a tutta la flotta di Fireball, sono già carichissimi. La traversata per arrivare al campo di regata (5 miglia, ndr) tutta di bolina è quasi un countdown e dopo circa 40 minuti, arrivati sul campo di regata l’equipaggio di Unknown2.0 (claudio klas locanto & Vittorio Skipperfly campbell Guglielmo) vede partire gli ultimi fireball; neanche il tempo di rifiatare, fare tattica, solo una virata e partiti, anche se con molto ritardo dai primi (in classifica risulterà un dnf). Il vento è estremamente ballerino, con repentini salti di vento. Bordo dopo bordo si arriva alla boa di bolina, che sembrava un miraggio. I due già stremati dalle quasi 7 miglia di bolina issano lo spi e planano veloci verso la boa fino a… “ti prego fa che non scuffi, l’acqua è proprio fredda oggi” appunto. Niente da fare, niente aiuto dall’Alto! è un battesimo e l’acqua non può proprio mancare; 180° complice la scotta della randa o della ghinda del fiocco che impedisce i movimenti del timoniere. Qualche minuto dopo si è di nuovo in regata ancora mura a sinistra, e ancora verso la boa di bolina, ancora e sempre più stremati. Finalmente la poppa ancora planata e l’arrivo è come un sollievo.

Finalmente un po di relax, mezz’ora di attesa per la seconda regata e a due minuti dalla partenza i “phenomeno team” ci comunicano il tempo alla partenza, tra le altre cose in barca manca un orologio. Questa volta grazie anche ai consigli urlanti e volanti della coppia Maurizio Leone & Luca Campati la barca va, la partenza è buonissima, attardati di qualche secondo ma in scia e leggermente sopravento a Satanasso (Andrea Minoni & Daniele). La bolina sembra premiare il lato destro del campo e ciò porta Unknown2.0 a passare la boa di bolina tra i primi 5.

Nella poppa invece si plana, la barca va e un ulteriore salto di vento consentirebbe di efffettuare il bordo senza neanche una strambata se non fosse per una improvvisa straorza subito dopo l’ammainata e PLUF seconda scuffia e secondo bagnetto, ci fosse stato almeno il sole! Peccato anche perchè la scelta del lato sinistro era perfetta e Unknown2.0 aveva sfilato sul lato di poppa un fireball alla velocità della luce.

Si ricomincia ancora una volta dalla bolina, con tanta voglia di recuperare ma con le forze veramente a terra. Altra bolina, altra poppa e stacchetto finale al traverso con spi, giusto per riprovare l’ebbrezza dei 9 nodi. Al traguardo è una festa, sarà anche un 8° posto, ma il divertimento è stato unico.

L’ultima fatica le 5 miglia sotto spi ridendo e scherzando e arrivati al circolo la premiazione e la pasta gentilmente offerta dal circolo AVB, organizzatore della regata.

Tante cose da dire, tante cose imparate, e ancora di più quelle ancora da imparare in vista della prossima regata che sarà il 6 Maggio sempre allo YCBE di Bracciano

Il commento è di Claudia Idolo, regatante su Phenomeno, il primo dei due fireball targati Sapienza Vela

Viste le condizioni  del giorno di regata (molto vento e onda) e viste le tre scuffie di Sabato, io e Stefano non eravamo proprio dell’umore giusto per partire…la traversata per bracciano (dove si svolgeva la regata) è stata luunga e faticosa, le onde che ci venivano continuamente contro! Alla prima prova non abbiamo partecipato perchè siamo arrivati in ritardo, ma abbiamo elegantemente assistito alla regata da spettatori girovagando qua e là, mentre la voglia di gareggiare iniziava a crescere a dismisura!

Abbiamo accolto la notizia di una seconda prova di regata con graaande gioia e ci siamo cimentati nella nostra prima partenza, ma in leggero ritardo rispetto agli altri. Le scelte tattiche per la prima bolina sono state  molto poche, eravamo attenti a tenere alta la prua e a mio avviso è stata una bolina fichissima:). In seguito c’era un piccolo disimpegno e poi bordo di poppa/lasco, ma eravamo senza spi per evitare che, scuffiando, uscisse del tutto fuori dalla sacca (come ieri) e rendesse veramente complicato rialzare la barca…però le nostre planatine (accompagnate dai Contender, audaci pompatori di randa in massa, tra i quali ho ripescato anche un tipo con cui avevo fatto una regata quest’estate)  le abbiamo fatte e siamo arrivati senza problemi, o quasi (da segnalarsi solo un incrocio “con bestemmia” con un Laser4000) alla boa di poppa, risalendo di bolina, strettissimi e con Stefano tutto fuori al trapezio come prima…senonchè, alla prima boa del disimpegno, in virata,  il fiocco rimane a collo e scuffiamo, ma un agilissimo Stefano riesce eroicamente a fare il salto della lepre e a rialzare la barca in men che non si dica!e infine dopo altre planatine arrivo in velocità a coprire un malcapitato 470 🙂 segnaliamo anche che la regata di Unknown 2.0 è stata mooolto interessante, anche se non ci siamo mai incontrati, tranne aver assistito ad una loro scuffia mentre facevamo ancora da spettatori :)!

Skip to toolbar